Via delle Valli

Le valli da pesca sono senza dubbio uno dei contesti più affascinanti del Delta del Po, un ambiente preziosissimo modellato dall’uomo grazie a esperienze centenarie, gelosamente custodite e tramandate, per fornire a pesci e uccelli le condizioni migliori per crescere e svernare.

Questo itinerario ci porta alla scoperta di quelle situate tra il Po di Levante e il Po di Maistra, il più selvaggio tra i rami del fiume, che esploreremo a dovere.

Partiamo da Ca’ Venier, un piccolo borgo che però fu il primo insediamento veneziano nel Delta che si stava ancora formando, verso la metà del 1600.

Da Piazza Martiri Della Libertà, andiamo verso sinistra con la grande tenuta Venier sulla destra e raggiungiamo il vicino argine del Po di Venezia, svoltiamo a destra e attraversiamo con attenzione il piccolo ponte sul Po di Maistra, un tempo ramo principale del fiume.

Dopo una bellissima zona allagata svoltiamo ancora a destra e tenendo sempre l’argine di Maistra al nostro fianco procediamo verso via delle valli.

Dopo pochi chilometri alla nostra sinistra la campagna geometrica lascia spazio ai laghi salmastri di Valle Pisani sempre frequentati da numerosi uccelli acquatici.

Raggiunto un caratteristico ristorante con grande camino centrale prendiamo la strada sterrata che sale sull’argine e proseguiamo con questa bella visione sopraelevata per circa 3,5 km fino alla prima strada a sx che scende verso la campagna.

La imbocchiamo e proseguendo sempre dritti superiamo l’Azienda Scanarello fino ad un altro argine, teniamo la sinistra e proseguiamo lungo la via delle valli, con la laguna Vallona sulla nostra destra e le varie valli da pesca che si susseguono dal lato opposto.

Immancabili lungo il percorso numerosi avvistamenti tra i quali spicca il grande fenicottero rosa che abitualmente frequenta queste acque.

Arriviamo così a Porto Levante, caratteristico borgo fluviale tra Po di Levante e Laguna Marinetta, dove possiamo concederci una sosta e un ristoro.

Per il ritorno ripercorriamo la via delle valli fino all’Azienda Scanarello, superata la quale, proseguendo sullo sterrato, cambiamo direzione e svoltiamo a sx seguendo le indicazioni per una chiesetta isolata che merita una breve sosta.

Proseguiamo poi lungo la strada fino al ponte di barche che ci permette di attraversare il Po di Maistra e raggiungere il paesino di Boccasette.

Da qui teniamo sempre l’argine che ci permette una visione privilegiata sul fiume a destra e le campagne a sinistra.

Raggiunta l’idrovora Ca’ Venier lasciamo l’argine e svoltiamo a sinistra verso località San Giorgio.

La stradina ci porta sulla provinciale 37, svoltiamo a destra, la percorriamo per 350 metri e la attraversiamo con attenzione per imboccare una stradina asfaltata di campagna che ci porterà
su via del Faro, strada arginale sul ramo principale del Po.

Svoltiamo a destra e torniamo a Ca Venier da dove eravamo partiti.

Add Comment

logo biosfera delta del pologo veneto.eulogo-parco-delta-del-po