Sacca degli Scardovari e l’Oasi del Bacucco

E’ necessario raggiungere l’attracco del borgo di Santa Giulia, costeggiando l’argine del Po di Gnocca fino al ponte di barche che unisce l’isola della Donzella all’isola di Ariano.

Mollati gli ormeggi si incontra sul fiume una barriera del cuneo salino.

Il Delta del Po è un ambiente altamente complesso, instabile e dinamico, un territorio fragile.

E’ soggetto a sofferenza idrica come conseguenza della risalita del cuneo salino e barriere come questa ne consentono il parziale controllo.

Dopo pochi minuti di navigazione il paesaggio muta e il fiume entra nel mare.

Se accompagnati da guide naturalistiche o dai pescatori che praticano l’ittiturismo, si possono scoprire i segreti legati alla tradizionale pesca dei molluschi, che nella Sacca di Scardovari si pratica secondo rigide regole per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente.

Navigando tra gli orti di mare al tramonto o all’alba si riconosce a fatica l’orizzonte e i caldi colori del rosso e dell’arancio si confondono con il blu e l’azzurro dell’acqua nei quali si specchia il sole.

E’possibile sostare nell’isola del Bacucco e passeggiare sulla soffice spiaggia dello scanno in compagnia dei gabbiani per poi rientrare verso Santa Giulia.

E’ possibile percorrere l’intero itinerario in circa due ore.

Add Comment

logo biosfera delta del pologo veneto.eulogo-parco-delta-del-po