Isola di Ca’ Venier

Isola di Ca’ Venier

L’Isola di Ca’Venier deve il suo nome alla famiglia Venier, che nel 1659 acquistò queste terre.

Partiamo da Piazza Martiri della Libertà, dove si affaccia la chiesa di San Nicolò del 1852, ad unica navata con presbiterio semicircolare che ospita l’altare maggiore, abbellito progressivamente con marmi e affreschi.

Difronte ad essa, sorge la tenuta Venier di fine ‘600 con una facciata semplice, come gli ambienti disposti ad “L” sulla grande aia, con l’unico scopo di corte agricola.

Raggiungiamo l’argine del Po di Venezia in direzione di Pila.

Scorrono sconfinati campi monotoni, che nascondono paesaggi dal sapore antico, che sembrano immobili ma mutano ogni soffio di vento.

Ca’ Zuliani, ci accoglie con il palazzo del ‘700, mentre Pila con il grande faro.

La laguna di Barbamarco, le Valli S. Carlo e Ca’ Zuliani circondano questo lembo di terra che noi esploriamo girandoci intorno.

Torniamo verso Ca’ Zuliani e attraverso via Canareggio in banchina all’argine, raggiungiamo Boccasette.

Palazzo Restelli di fine ‘800, dell’omonima famiglia, e la chiesa di San Giacomo Apostolo, luogo di culto più antico del comune del 1846, caratterizzano questa frazione.

Un’unica strada verso destra conduce al lido Boccasette.

È uno dei tratti più suggestivi del comune.

Numerose le specie animali che incontrerete, come ad esempio la beccaccia di mare che predilige i dossi sabbiosi.

Arrivati alla spiaggia vi consiglio di visitarla, conserva la sua indomabilità.

Torniamo verso Boccasette percorrendo via Ponte delle Barche, che fiancheggia il Po di Maistra, il cui nome indica l’antica indole di ramo maestro.

Oggi porta solo il 2% d’acqua ma è considerato il lembo naturale meglio conservato nel territorio.

La vegetazione florida lungo tutto il tragitto, tende a diradarsi vicino al mare.

All’altezza dell’idrovora Maistra, raggiungiamo via Trento, imbocchiamo SP 37 che porta sull’argine per raggiungere Ca’ Venier da dove siamo partiti.

Isola di Polesine Camerini Polesine Camerini si forma intorno al XVIII secolo.

L’itinerario inizia da Palazzo Camerini del 1886, con corpo centrale

Add Comment

logo biosfera delta del pologo veneto.eulogo-parco-delta-del-po